• Chi siamo

    Da oltre trent’anni ci occupiamo dei problemi di sordità e vertigini
    negli adulti e nei bambini.

    leggi tutto
  • Curare la Sordità

    Graze allo screening audiologico neonatale è possibile intervenire tempestivamente con la riabilitazione.

    leggi tutto
  • Protesi e impianto

    I dispositivi elettronici che ricevono, amplificano e trasmettono i suoni ai soggetti affetti da ipoacusia.

    leggi tutto
  • Vertigini e acufeni

    Per VERTIGINE si intende un’illusione di rotazione dell’ambiente circostante intorno a sé Soggettiva quando si ha la sensazione di rotazione del capo rispetto all’ambiente. In altri casi non vi è una chiara sensazione di rotazione bensì di instabilità, di incertezza nella deambulazione, di disequilibrio (dizziness in inglese). La vertigine oggettiva spesso provoca disturbi neurovegetativi (nausea, Continua a leggere

    leggi tutto
  • Il nostro metodo

    L’intervento pedagogico Il metodo riabilitativo

    leggi tutto

EFW – Racconto di una settimana in Inghilterra

Dal 22 luglio al 28 luglio ho partecipato a un camp EFW (european friendship week)  in Inghilterra a Boston Spa, che si trova a metà strada tra Leeds e York. Un camp in cui si incontrano ragazzi e ragazze dagli 11 anni ai 17 anni che provengono da diversi paesi come Germania, Regno Unito, Romania, Estonia, animarca, Italia e Finlandia, che sono portatori di impianto cocleare.

A gennaio, l’AGUAV di Varese, mi aveva invitato a partecipare a questo evento, inizialmente non ero molto convinto, ma poi mi sono ricordato che era l’ultima volta che avrei potuto partecipare e man mano che mi avvicinavo di più a quella data, ero sempre più convinto di andarci.

Così il 22 siamo partiti dall’aeroporto di Bergamo e siamo arrivati all’aeroporto di Manchester: in sei, 5 ragazzi in più una tutor Anna, una docente di inglese che è anche zia di una dei 5 componenti. Oltre a me, c’era Luca (12 anni), Ginevra e Viola , anche loro del 2005 e Aurora (16 anni).

In questa settimana mi sono divertito tantissimo, perché ho fatto nuove conoscenze, nuove amicizie e abbiamo fatto tante attività divertenti.

Una delle cose che mi sono piaciute tantissimo, è quando abbiamo visitato la miniera di carbone, che faceva rivivere la scena e l’ambiente di come vivevano i minatori. Altre cose che mi sono piaciute molto sono: il Castle Museum di York, dove c’è anche una sala arredata che fa vivere la scena di una cittá del seicento britannico e mi ha colpito che c’erano delle botteghe aperte e addirittura le commesse erano vestite con i costumi del periodo seicentesco britannico.

Una delle esperienze più estreme, è stata il giorno del mio compleanno (che ho festeggiato per la prima volta da solo), perché siamo saliti in cima al monte Pen-y-Ghent. L’ho trovata estrema in particolare l’ultima parte quando ci siamo arrampicati per arrivare in cima.

Al fine di tutto è stata una bellissima esperienza perché ho avuto l’occasione di conoscere gente nuova e perché ho realizzato che ci sono tante persone che portano l’impianto cocleare come me purtroppo l’anno prossimo non posso più ritornarci perché avrò superato l’età, ma potrei ritornarci una volta per lavorare come volontario e rivivere di nuovo quei momenti che ho trascorso in questa settimana.

A.C.

 

 

 

Written by admin

Vivamus vel sem at sapien interdum pretium. Sed porttitor, odio in blandit ornare, arcu risus pulvinar ante, a gravida augue justo sagittis ante. Sed mattis consectetur metus quis rutrum. Phasellus ultrices nisi a orci dignissim nec rutrum turpis semper.